Negli ultimi anni si sono concretizzati alcuni fatti, che mi hanno spinto a pensare che fosse giusto, creare quello che ho reso pubblico.

Perché trascrivere un audio

Le cose non accadono a caso, ecco i fatti:

  • In Italia è esploso il podcasting grazie allo sviluppo di diverse piattaforme dove è facile ospitare, pubblicare/distribuire i propri contenuti.
  • Nel bene e nel male quando cresce un fenomeno aumenta anche la concorrenza e la guerra dell’attenzione richiede sempre più sforzo.
  • La Tecnologia chiamata Speech-to-text, quella in grado di trasformare una voce in testo è migliorata molto anche per la lingua italiana. Vedi anche tutti i device di voice assistant commercializzati. Da Amazon Echo ai suoi competitors.
  • La Voce ancora non risulta facile da indicizzare per i motori di ricerca quanto invece avviene per il testo, così che fare contributi testuali risulta più rilevante che fare solo contenuti audio.

L’anno del Podcasting è diventato un mantra almeno dal 2018 in Italia. Proprio nell’anno dove anch’io mi ero avventurato a lanciarne uno tutto mio.

La cosa difficile nel fare Podcasting è come sempre farsi scoprire, farsi conoscere, essere scovati.

Non aiuta la crescita del numero di Podcast, sempre più alto. Si conta che in Italia nel 2020 si siano raggiunti numeri interessanti. Le ricerche non mancano.

Il consumo dei podcast stesso è aumentato e molti professionisti, da psicologi ad avvocati fino a consulenti e imprenditori hanno trovato questo mezzo più intimo e più coinvolgente rispetto alle alternative presenti.

La nascita di Branded podcast aumenta. Abbiamo approfondito questo argomento in un episodio del podcast.

La verità è che le abitudini sono dure a morire e tutti sono abituati a informarsi attraverso i motori di ricerca, non sto parlando solo di Google ma va considerato qualsiasi motore di ricerca interno ai siti di uso più comune.

Quest’ultimi, come abbiamo detto, anche se più evoluti di un tempo, trovano meglio una risorsa se in formato testuale.

Da qui nasce l’esigenza di trascrivere l’audio per aumentare le chances di essere trovati.

Come ci inganniamo quando creiamo contenuti?

Ci ripetiamo :

  • Che la produzione costante di contenuto adatto al nostro target è la cosa essenziale 
  • Ci ripetiamo la celebre citazione The Content is the King. 

Sembra tutto giusto, anch’io mi ripeto le stesse cose da anni, ma essere trovati, essere indicizzati, questo è il termine tecnico, dai motori di ricerca, non è di minor importanza. Il Traffico conta! Altrimenti non sarebbe nata la SEO (search engine optimization) di cui si parla dagli albori di un uso commerciale della rete.

Ho così, iniziato a cercare come avrei potuto aggiungere e produrre la trascrizione di un audio nel minor tempo possibile ed ad un costo sostenibile.

Esistono soluzioni time-consuming e articolate, altre abbastanza veloci ma costose.

All’estero la maggior parte dei podcast di successo aggiunge la trascrizione e questo non fa altro che aumentarne la popolarità.

Quello che volevo fare era caricare il mio file audio e lasciare che il sistema si occupasse di “sbobinarlo” e mi avvertisse una volta terminata la trascrizione. Tutto qui.

Quando viene preso sul serio un podcast?

Quando ha tutta una serie di risorse a corredo: dal sito alla trascrizione, dove si evince una cura generale di fondo, dove vengono suggeriti aspetti come la professionalità, l’esaustività, l’impegno etc.

Tutti noi vediamo podcast senza un sito di riferimento, senza trascrizione, senza note, senza un gruppo Telegram, insomma alla fine, non ci danno così tanta fiducia, perché l’impegno sembra minimo, tanto per fare.

Rendere più professionale, più accessibile il vostro contenuto, più SEO-oriented è la soluzione per distinguerci

Perché gli altri dovrebbero prestarvi attenzione quando voi per primi avete messo poca attenzione a rendere più fruibili i vostri contenuti?

Ecco il motivo della nascita di Transcribe 

Chiunque fa contenuti seriamente ha un suo workflow e ha bisogno di lasciare l’incombenza di alcuni task all’automazione.

Tutti sappiamo che per quanto precisi possano arrivare ad essere questi sistemi occorrerà sempre correggere le bozze manualmente, quindi l’adozione richiederà un tempo di correzione che dobbiamo tenere in considerazione.

Per chi è pensato Transcribe?

  • Per chi vuole produrre contenuto con costanza e per farlo vuole ridurre le incombenze a suo carico che non aggiungono valore in termini contenutistici
  • Per chi crede che creare contenuto sia un processo fondamentale per creare solidi relazioni online.
  • Per chi vuole arricchire i propri contenuti così da vincere la concorrenza sull’attenzione che imperversa online. 
  • Per chi ha capito che creare contenuto audio non basta per essere trovati
  • Per rendere più fruibile e accessibile i propri contenuti

Quali passaggi devo fare per usare Transcribe?

Step 1: visita Transcribe e completa la registrazione

Step 2: aggiungi del credito per fare le trascrizioni

Step 3: carica il tuo audio e aspetta che ti venga notificata l’avvenuta trascrizione presso l’email con cui hai completato la registrazione

Per tutti i dettagli consulta la documentazione

Per qualsiasi aiuto contattami su Telegram o email info [at] refacturing.com se preferisci, così possiamo far crescere il servizio e renderti più facile adottarlo nel tuo workflow di lavoro.


Puoi ottenere contenuti riservati come faccio Business, novità su Transcribe e riguardo a strumenti legati alla gestione e produzione di contenuti registrandoti alla newsletter