Realizzare un’idea sul Web

Vi è mai  capitato di avere un’idea?

La vostra risposta potrebbe essere

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

e pensare di metterla in pratica? Così per guadagnare qualcosa o addirittura vagare con la fantasia fino a vedersi talmente ricchi da farsi schifo?

Ai giorni nostri quando pensiamo ad un’idea di business, l’esempio più evocativo è spesso rappresentato dalle Startup, il fatto che ne sentiamo parlare ogni giorno aiuta.

La rete ha permesso di abbassare le barriere in ingresso per chi vuole lanciare un business.

Questo ha portato più persone a tentare la corsa all’oro.
Ma come sentiamo parlare di Startup che hanno successo, sappiamo anche, che il tasso di fallimento di un’impresa è alto.

Intorno al 50% e in generale quello delle Startup sfiora il 90. Ma lasciamo stare le statistiche, un pò perchè demotivanti, un pò perchè dovrei  scomodarmi a trovare la fonte 🙂  , poi occorre citarla ed infine potrei scatenare una guerra di interpretazione dei dati.

I dati sono verosimili , la domanda più interessante potrebbe essere : come possiamo evitare di fallire durante l’esecuzione della nostra idea?

La letteratura al riguardo è vastissima e i più scafati della rete, forse gli stessi che nonostante una sequela di fallimenti, poi sono riusciti anche ad inanellare qualche successo, hanno imparato come muoversi.

C’è chi ha imparato la lezione o pensa di averla imparata.

[Tweet “La presunzione non funziona nemmeno in rete.”]

Dalla nota Bolla delle dot-com di inizi anni 2000 ormai esistono se non regole ferree accorgimenti su cui basarsi, non per annullare il rischio di impresa,  non abbiamo i superpoteri per farlo, ma per evitare di incappare in errori lapalissiani che andrebbero a delapidare le nostre risorse (tempo, denaro..) .

Tutti hanno capito l’enorme potenziale della rete ed incominciano a prendere le giuste precauzioni per evitare spiacevoli sorprese.

I meno esperti quando hanno un’idea la custodiscono gelosamente.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

fin tanto che incontrano un tizio, forse un..

Coach? Mentor? Startupper seriale ?

(sta di fatto che riporta evidenti segni dei trascorsi meetup), che, a fronte di esperienza dimostrabile dai suoi tweets o di letture sacre/apocrife della Silicon Valley potrebbe sintetizzare con

Non  è l’idea che conta, ma l’esecuzione

Preso in contropiede il principiante, già convinto dopo la prima sillaba a sbandierare la sua idea, spiattella in pochi minuti tutto quanto.

Ora si sente meglio dopo averlo fatto, fino a che, l’esperto di turno non demolisce la sua idea se va bene, o meglio lo invita caldamente a riflettere.
Gli elenca la concorrenza, le difficoltà, i costi e non da ultimo gli chiede  quanto è grande il Team?

Il principiante per non perdere subito la faccia, inventa un nutrito gruppo di fantasmi con tanto di castello infestato.

Vi farà domande generali come:

Incalzerà chiedendovi di presentare il business plan, se avete compilato un Business model canvas e ora il principiante ha la sensazione che gli stia per chiedere..

[Tweet “ha stilato un business model coso?”]

Poi si scopre che il principiante non ha competenze nel settore a cui si rivolge,

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

non ha competenze tecniche

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

e non da ultimo non ha budget!!!!

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

C’è speranza per il principiante? E che fine ha fatto la sua idea?  È forse sepolta dalla macchina del fango?

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

A parte gli scherzi non chiunque ha intenzione di realizzare, un’idea è un “principiante”, anzi spesso sa il fatto suo.

Ora l’idea ha 2 possibilità:

Ovvio inutile costruirsi castelli in aria e nemmeno affossare le speranze riposte.

Quello “bravo” vi ha detto

l’idea occorre validarla e dopo o durante costruire una sorta di prototipo: il cosiddetto MVP

to be continued..

Condividi:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il presente sito Web utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione. Puoi usare il sito senza cambiare le impostazioni dei cookie o cliccare su Accetta per acconsentire il loro utilizzo. Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

Copyright © 2018 Refacturing Ltd

Refacturing Ltd Registered in England & Wales,

Company Number: 09953873 VAT GB 240 7996 82

Privacy Policy - Utilizzo dei cookie